Fury

Le luci della ribalta mi hanno accecato, son tornato come chi torna in un luogo d’infanzia dopo tanti anni, eppure sono passati solo alcuni mesi, ma del resto..chi se ne frega..

Questo incipit di quattro soldi mi lancia in una nuova ed esclusiva indagine, che riguarda specificamente la guerra mondiale parte seconda, ricordate i tedeschi, gli americani, ah come no,,! Noi italiani, quel bel ammasso di pecore indottrinate perbene, con chi si vince? Con chi conviene andare? Ecco questo siamo noi.

Non mi reputo una persona avvezza a parlare di guerra, so parlare di guerra..di guerrilla e come si è ben notato in alcune recensione anche di jihad..eh si la maledetta guerra santa.

Fury è un ottimo prodotto americano, non precipuamente ” all’americana”, non che manchi la solita spettacolarizzazione dell’evento, anzi, ma la sofferenza può avere a volte un volto digitale, traspare e non poco una malinconia voluta e una telecamera tetra rendono: David Ayer un buon regista, calato perfettamente nel business delle bombe e dei carriarmati.

Per chi non lo sapesse la vita dei carristi non è per niente facile, e un mio amico che lo fa mi racconta storie di claustrofobica appartenenza a quel veicolo munito di distruzione.

Ordunque, credo che in: “Fury” ce ne sia parecchia di fratellanza, ognuno è il vero tassello imprescindibile della macchina, ciascuno è “man-machine”, è tutta pratica e forza umana questo è vero,ma anche grande capacità di adattamento a un luogo che non può essere di sicuro paragonato all’Hilton Hotel.

Mi si potrebbe rimproverare che sto sponsorizzando un film costato ben 80 milioni di dollari, una cifra indicibile (ma se l’hai detta!)..però i paragoni iniziano ad essere disarmanti, perchè Zuckerberg non ha estinto la fame nel mondo invece di di farci fare continui aggiornamenti a WhatsApp? La risposta forse verrà data nella prossima puntata, ora mi limiterei ad affermare che il vile denaro ha comprato il modo di ragionare delle persone..non le persone! Io non sarò mai le scarpe che indosso ne quel fottuto Iphone che mi scarica continuamente la batteria vitale, non condividendolo sfrutto l’occasione del mio tempo, del tempo che ci rimane per fare scelte giuste e sbagliate, coerenti con lo stato delle cose in quanto cose, non schiavo piuttosto suddito di un regno che:”nomisogliapennente” come diceva il grande Benigni, prima che gli venisse la smania di rompere con Dante(falla girare) e la Costituzione italiana(non so se ci sia più ironia nella parola Costituzione o in quella italiana).

La “verità” è che la scelta degli attori di questa pellicola bellica è stata perfetta: Brad Pitt continua il suo nuovo percorso di vita restando però sempre ancorato ai suoi personaggi caricaturali migliori, lui sa di saper fingere di comandare, in galoppo a Furia è un re aiutato dai suoi fidi compari: Shia Lebouf, ormai sempre più incanalato verso un grande avvenire, non di meno “lo Shane di Walking Dead”: Jon Bernthal..ci mancava solo Rick, piccola chiosa visto che sta per iniziare una nuova stagione della serie.

Questa come al solito non è una recensione, è un modo per parlare di cinema, devo essere sincero ultimamente non riesco più a sorprendermi molto dinanzi a una pellicola cinematografica, non perchè abbia visto molto o tutto, o una parte del tutto, sono interdetto nel momento del giudizio, poi casomai vedo:” Essential Killing” di Skolimowsky con un Vincent Gallo sempre di poche parole, poche è un eufemismo, e penso: “dai accettabile almeno nelle intenzioni”, il cinema sta mutando ed io con lui, aspetto e continuo ad aspettare, la mia fame di cinema non si placherà mai.

Fury :il “ronzino tuonante”..a presto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...